Perché ogni sito deve avere design responsive

{gennaio 20, 2015}

Nel 2014 il traffico Internet da mobile ha superato quello da desktop.
Una media di circa 17 milioni di utenti, di età 18-74 anni, accede ogni mese a Internet da tablet o da telefono e rimane online per circa 43 ore a persona.
L’impiego dei device mobili come strumento per connettersi a Internet è larghissimo, tanto che il tempo totale speso online è generato per il 62,4% da mobile, anzi nello specifico, il 52% è generato dalle app.
L’uso del mobile è in crescita e niente fa pensare a una futura decrescita. La diffusione degli smartphone continua ad attrarre ogni fascia di pubblico.

Conseguenze dell’uso del mobile
Questo comporta delle considerevoli implicazioni dal punto di vista dello sviluppo. La tecnologia che tende a migliorare l’esperienza dell’utente ha da tempo sviluppato delle soluzioni di design che si adattano ai dispositivi. Queste risorse sono template responsive che vengono visualizzati in modo corretto su ogni device, desktop o mobile che sia. Il foglio di stile che li regola, permette ai temi di adattare i contenuti delle pagine in base alla larghezza dello schermo, in modo da permettere una lettura più agevole da parte dell’utente, senza necessità di ingrandire o diminuire, ma solo di scorrere verso il basso.

Come funziona il sito responsive

Il template non ha bisogno dello zoom perché nasce per adattarsi allo schermo, quindi sa ottimizzare testo e immagini.

La grafica responsive è fattore di ranking su Google

La logica del motore di ricerca più frequentato è quella di mettere sempre a proprio agio l’utente nella navigazione e offrire i contenuti più validi. Così si spiega bene perché un sito responsive ha maggiori possibilità di essere privilegiato dall’algoritmo di Google e di apparire in alto nella SERP rispetto a un sito tradizionale, a parità di contenuti validi. Importante, in questo senso, è la scelta di Google di mettere l’etichetta mobile friendly accanto al sito ottimizzato, un suggerimento che si farà notare da chi accede tramite tablet e smartphone e che promette di essere determinante nella scelta del sito da parte dell’utente.

I vantaggi del responsive
Aumentare le conversioni su un sito e-commerce o sui banner pubblicitari è solo una delle conseguenze. A questa va aggiunta la capacità del sito responsive di diminuire il bounce rate, cioè la percentuale di rimbalzo, utenti che escono dal sito perché non l’hanno trovato interessante.
Tutto facile da spiegare: l’utente legge con facilità la pagina, visualizza tutti i contenuti in modo ottimale, senza il fastidio di ingrandire, rimpicciolire e senza il rischio di cliccare su link indesiderati.

Qualche tempo fa, avere un sito responsive era un vezzo, oggi è fondamentale. Avere un sito tradizionale è una scelta non aggiornata e che pagherà cara la sua poca lungimiranza. Insistema già da tempo ha iniziato a parlare di responsive web design e negli anni ha sviluppato e rafforzato le sue conoscenze, acquisendo una competenza professionale pluriennale nello sviluppo di siti responsive.
Nella foto l’ultimo sito che abbiamo reso più mobile friendly. Google ci ha già etichettati.

mobile friendly